Psicologia forense

In ambito di psicologia forense opero come Consulente Tecnico di Parte (CTP) in collaborazione con alcuni avvocati e studi legali.

Lo psicologia forense è quella branchia della psicologia che, in un ambito giuridico civile o penale, indaga i fattori psicologici rilevanti ai fini della valutazione giudiziaria. La psicologia forense si occupa quindi di svolgere un approfondimento psicologico con l’obiettivo di fornire al Giudice elementi di valutazione utili a disporre un Provvedimento.

In un procedimento giudiziario il Consulente tecnico di Parte (CTP) è il consulente nominato da ciascuna delle parti. Il CTP assume funzione di controllo tecnico sull’operato del Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU). Nella mia pratica di CTP ho la facoltà di seguire tutti i lavori peritali, affiancando il CTU nel suo lavoro. Collaboro con l’avvocato e cerco di sostenere le richieste/aspettative del cliente accompagnandolo durante tutto il difficile percorso della perizia, supportandolo emotivamente e fornendo eventuali chiarimenti sullo svolgimento del percorso stesso.
Le fasi del mio lavoro in qualità di CTP nell’ambito di un incarico possono comprendere:

  • esame degli atti, ossia della documentazione disponibile presso il Tribunale;
  • partecipazione alle operazioni peritali del CTU;
  • presentazione al CTU di eventuali osservazioni e istanze;
  • esame dei protocolli dei test somministrati dal CTU;
  • controllo dell’adeguatezza metodologica dello svolgimento peritale e della sua completezza in ordine al Quesito del Giudice;
  • redazione di un’eventuale relazione di replica alla relazione redatta dal CTU a conclusione delle operazioni peritali, che possa consentire al Giudice di avere una visione complessiva sulla situazione prima di emettere il Decreto.